DETERMINA DIRIGENZIALE – RIORGANIZZAZIONE ASSETTO LAVORATIVO ( DECRETO LEGGE DEL 17/03/2020 N. 18 E DEL D.P.C.M. 17/05/2020 )

da | Mag 18, 2020 | Disposizioni Dirigente Scolastico, News, Segreteria, slides | 0 commenti

SI PUBBLICA IL SEGUENTE DOCUMENTO:

Determina DS LAVORO AGILE dpcm 17 maggio

Oggetto: DETERMINA DIRIGENZIALE – RIORGANIZZAZIONE ASSETTO LAVORATIVO ( DECRETO LEGGE DEL
17/03/2020 N. 18 E DEL D.P.C.M. 17/05/2020 )- FUNZIONAMENTO MODALITA’ LAVORO AGILE UFFICI
DELL’ISTITUZIONE SCOLASTICA “I.C. MONTEGRAPPA-R.SANZIO” –
IL DIRIGENTE SCOLASTICO

VISTO il decreto legge 23 febbraio 2020, n. 6 recante misure urgenti in materia di contenimento e

gestione dell’emergenza epidemiologia da COVID-19;

VISTA la Direttiva n. 1/2020 del Ministro della Pubblica Amministrazione recante prime

indicazioni in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-
19 nelle pubbliche amministrazioni;

VISTI i DPCM adottati ai sensi dell’art. 3, comma 1, del decreto legge 23 febbraio 2020 , n. 6 in
attuazione delle misure di contenimento dell’epidemia da COVID-19 e, in particolare, il
DPCM 9 marzo 2020 recante misure per il contenimento del contagio sull’intero territorio
nazionale tra le quali la sospensione delle attività didattiche fino a 3 aprile 2020 su tutto il

I.C. “MONTEGRAPPA-R.SANZIO”

Pag. 2 a 6
territorio nazionale e il DPCM 11 marzo 2020 recante misure urgenti di contenimento del
contagio sull’intero territorio nazione che individua la modalità del lavoro agile come
modalità ordinaria di svolgimento della prestazione lavorativa nelle pubbliche
amministrazioni, al fine di limitare gli spostamenti per il raggiungimento del posto di lavoro
per fermare il propagarsi dell’epidemia;

VISTE le note del Ministero dell’Istruzione n. 278 del 6 marzo 2020, n. 279 dell’8 marzo 2020 e n.
323 del 10 marzo 2020 con le quali vengono impartite alle istituzioni scolastiche disposizioni
applicative delle suddette norme e, in particolare, vengono date indicazioni sullo
svolgimento del lavoro del personale ATA e sull’applicazione dell’istituto del lavoro agile nel
periodo di sospensione dell’attività didattica;

VISTA la Direttiva della Presidenza del Consiglio dei Ministri n. 2/2020 contenente “Indicazioni in
materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID – 19 nelle
pubbliche amministrazioni di cui all’art. 1, comma 2 del Decreto Legislativo del 30 Marzo
2001 n. 165;

CONSIDERATO che la modalità di lavoro agile disciplinata dagli articoli da 18 a 23 della legge 22 maggio 2017,
n. 81, può essere applicata, per la durata dello stato di emergenza di cui alla deliberazione
del Consiglio dei Ministri 31 gennaio 2020, dai datori di lavoro a ogni rapporto di lavoro
subordinato, nel rispetto dei principi dettati dalle menzionate disposizioni, anche in assenza
degli accordi individuali ivi previsti. Gli obblighi di informativa di cui all’articolo 22 della
legge 22 maggio 2017, n. 81, sono assolti in via telematica anche ricorrendo alla
documentazione resa disponibile sul sito dell’Istituto nazionale assicurazione infortuni sul
lavoro;

CONSIDERATO in particolare che il paragrafo n. 2 della suddetta Direttiva prevede che “Le
amministrazioni, nell’ambito delle proprie competenze istituzionali, svolgono le attività
strettamente funzionali alla gestione dell’emergenza e le attività indifferibili”, e che “Le
amministrazioni, considerato che – sulla base di quanto rappresentato nel successivo punto
3 – la modalità ordinaria di svolgimento della prestazione lavorativa è il lavoro agile,
limitano la presenza del personale negli uffici ai soli casi in cui la presenza fisica sia
indispensabile per lo svolgimento delle predette attività”;

VERIFICATA la necessità di apportare modifiche alla determina prot. n. 3171 del 18-03-2020 con la quale
è stata disposta la riorganizzazione del lavoro del personale ATA precedentemente alla
pubblicazione del DPCM 11 marzo 2020 che ha emanato ulteriori misure di contenimento
del contagio a tutto il territorio nazionale limitando gli spostamenti alle sole indifferibili
necessità e individuando la modalità del lavoro agile come modalità ordinaria di
svolgimento della prestazione lavorativa dei dipendenti della pubblica amministrazione ;
VISTA la nota congiunta del Capo Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione
e del Capo Dipartimento per le risorse umane, finanziarie e strumentali Prot. n. 278 del 6
marzo 2020-03-09 nella quale viene previsto che “spetta al Dirigente scolastico, per quanto
concerne l’attività amministrativa e l’organizzazione delle attività funzionali
all’insegnamento, sentiti eventualmente il responsabile del servizio di protezione e
prevenzione (RSPP), il Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza (RLS), la RSU, adottare
le misure più idonee in relazione alle specifiche caratteristiche della struttura e alla
necessità di contemperare tutela della salute con le esigenze di funzionamento del servizio,
fermo restando il supporto da parte degli Uffici scolastici regionali e delle Direzioni Generali
del Ministero”;

VISTA la nota congiunta del Capo Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e
formazione e del Capo Dipartimento per le risorse umane, finanziarie e strumentali Prot. n.
279 dell’08.03.2020;

VISTO l’art. 2, comma 1, lettera r) del DPCM 9 marzo 2020, ai sensi del quale “la modalità di lavoro
agile disciplinata dagli articoli da 18 a 23 della legge 22 maggio 2017, n. 81, può essere

I.C. “MONTEGRAPPA-R.SANZIO”

Pag. 3 a 6
applicata, per la durata dello stato di emergenza di cui alla deliberazione del Consiglio dei
ministri 31 gennaio 2020, dai datori di lavoro a ogni rapporto di lavoro subordinato, nel
rispetto dei principi dettati dalle menzionate disposizioni, anche in assenza degli accordi
individuali ivi previsti”;

CONSIDERATO che lo smart working è una modalità operativa applicabile anche ai dirigenti che possono
tranquillamente assicurare la loro prestazione da remoto, garantendo, in primis, con i
dovuti limiti, unitamente a tutto il personale docente e ATA, l’esercizio del diritto allo
studio;

VISTA la nota MIUR 323/10.03.2020 nella quale viene ribadito l’obiettivo di limitare allo stretto
necessario lo spostamento delle persone al fine di contenere la diffusione dell’epidemia
Covid-19. Per cui ogni accortezza che si indirizzi in questa direzione non solo è lecita e
legittima, ma è anzi doverosa;

VISTO l’art.1, punto 6 del DPCM 11 marzo 2020 per il quale le pubbliche amministrazioni
individuano le attività indifferibili da rendere in presenza. Principio ripreso dalla nota M.I.
351/12.03.2020;

VISTA la DIRETTIVA n. 2 /2020 della Presidenza del Consiglio dei Ministri nella quale è previsto che
le attività di ricevimento del pubblico o di erogazione diretta dei servizi al pubblico, sono
prioritariamente garantite con modalità telematica o comunque con modalità tali da
escludere o limitare la presenza fisica negli uffici (ad es. appuntamento telefonico o
assistenza virtuale);

VISTO il decreto legge n. 18 del 17/3/2020 “Decreto-Legge recante misure di potenziamento del
servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese
connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19″ ;

VISTO l’art. 87 del Decreto – Legge n. 18 del 17/03/2020 ” Misure straordinarie in materia di lavoro
agile e di esenzione dal servizio e di procedure concorsuali”, commi 1, lett. a) e b), comma 2
e comma 3, che così recita “Qualora non sia possibile ricorrere al lavoro agile, anche nella
forma semplificata di cui al comma 1 lett. b), le amministrazioni utilizzano gli strumenti
delle ferie pregresse, del congedo, della banca ore, della rotazione e di altri analoghi
istituti, nel rispetto della contrattazione collettiva. Esperite tali possibilità, le
amministrazioni possono motivatamente esentare il personale dipendente dal servizio”;

VISTO il D.P.C.M. 01/04/2020 “Misure urgenti di contenimento del contagio”;
VISTO l’art. 1, comma 1 del D.P.C.M. 01/04/2020 che così recita “L’efficacia delle disposizioni dei
decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri del 8, 9, 11 e 22 marzo, nonché di quelle
previste dall’Ordinanza del Ministro della Salute del 20 marzo 2020 e dell’Ordinanza del
28/03/2020 adottata dal Ministro della Salute di concerto con il Ministro delle
Infrastrutture e dei Trasporti ancora efficaci alla data del 3 aprile 2020 é prorogata fino al
13 aprile 2020″;

VISTO l’art. 1, comma 3 del D.P.C.M. del 01/04/2020 che così recita “Le disposizioni del presente

decreto producono i loro effetti a far data dal 4 aprile 2020″;

VISTO l’art. 1, comma 4 del D.P.C.M. del 01/04/2020 che così recita “Le disposizioni del presente
decreto si applicano alle Regioni a Statuto Speciale e alle Province autonome di Trento e
Bolzano compatibilmente con i rispettivi Statuti e le relative norme di attuazione”;
VISTO il D.P.C.M. 10/04/2020 che all’art. 8, comma 1, così recita ” Le disposizioni del presente
decreto producono effetto dalla data del 14 aprile e sono efficaci fino al 03 maggio 2020″;
VISTO il D.P.C.M. 26/04/2020 che all’art. 10 “Disposizioni finali”, così recita ” Le disposizioni del
presente decreto si applicano dalla data del 4 maggio 2020 in sostituzione di quelle del
Presidente del Consiglio dei Ministri 10 aprile 2020 e sono efficaci fino al 17 maggio
2020″;

I.C. “MONTEGRAPPA-R.SANZIO”

Pag. 4 a 6
VISTA la Nota M.I. Prot. n. 622 del 01/05/2020 ” Proseguimento lavoro agile. DPCM del 26 aprile
2020. Istituzioni scolastiche ed educative” che così recita ” é stabilito che la presenza del
personale nei luoghi di lavoro sia limitata alle sole attività indifferibili che non possono
essere svolte in modalità agile”;

VISTO il DPCM 17/05/2020 che all’art. 11 – “Disposizioni finali”, comma 1, così recita: “Le
disposizioni del presente decreto si applicano dalla data del 18 maggio 2020 …. e sono
efficaci fino al 14 giugno 2020″;

VISTO il DPCM 17/05/2020 che all’art. 11 – “Disposizioni finali”, comma 3, così recita: “Le
disposizioni del presente decreto si applicano alle regioni a statuto speciale
compatibilmente con i rispettivi statuti e le relative norme di attuazione”;

PRESO ATTO che l’emergenza epidemiologica presenta, ancora ad oggi, una situazione di allarme per la

salute pubblica;

TENUTO CONTO della contingente necessità di tutelare il predominante interesse pubblico a contenere e
contrastare il fenomeno di diffusione del virus Covid – 19, della necessità di limitare al
massimo gli spostamenti delle persone dalla propria abitazione, fino alla data del 14 giugno
2020 , salvo eventuali proroghe dovute al permanere della necessità primaria di contenere
la diffusione epidemiologica da COVID-19

TENUTO CONTO CHE:
1. il Ministero dell’Istruzione ha disposto, in via eccezionale, la dilazione di 30 giorni dei termini di cui
all’art. 23 commi 1, 2, 3, 4 e 5 del Decreto Interministeriale 28 agosto 2018, n. 129;
2. non è necessaria la vigilanza sui minori a causa della sospensione delle attività didattiche;
3. l’interruzione del funzionamento dei laboratori scolastici non comporta danni alle persone o alle
apparecchiature stesse e gli impianti in dotazione in questo Istituto non richiedono la continuità di
funzionamento anche dopo il termine del servizio scolastico;
4. non vi sono nella scuola attività riguardanti la conduzione dei servizi nelle aziende agrarie per quanto
attiene alla cura e all’allevamento del bestiame;
5. non sono in programma nella scuola la raccolta, l’allontanamento e lo smaltimento dei rifiuti tossici,
nocivi e radioattivi;
6. le attività dirette e strumentali per gli adempimenti necessari per assicurare il pagamento degli
stipendi sono svolte in lavoro agile;
7. non sono attivi servizi di cucina, di mensa, di vigilanza sugli allievi anche nelle ore notturne;
8. altre attività da svolgere necessariamente in presenza, risultano attualmente procrastinabili sino al
termine dell’emergenza epidemiologica da COVID-19;
9. Pertanto, le attività del personale ATA Ass. Amministrativo sono ordinariamente assicurate mediante
il ricorso al lavoro agile.
10. Le residuali attività da svolgere necessariamente in presenza e non procrastinabili, da valutare
singolarmente, potrebbero essere:
a) Adempimenti connessi alle pratiche pensionistiche con documentazione presente solo in
cartaceo;
b) Eventuali richieste di “comodato d’uso” per la fornitura e riconsegna di device di proprietà
della scuola;
c) Adempimenti richiesti dal Comune per gli alunni con handicap con documentazione non
presente in formato elettronico;
d) Adempimenti richiesti per le procedure di acquisto beni, manutenzione ordinaria e
straordinaria;
e) Predisposizione della documentazione per le operazioni relative all’esame conclusivo primo
ciclo e scrutini;
f) Consegna di atti, diplomi, certificati in forma cartacea
g) Eventuali necessità del Dirigente Scolastico e del Direttore S.G.A. per l’espletametno di
pratiche non eseguibili con la modalità “smart working”

I.C. “MONTEGRAPPA-R.SANZIO”

Pag. 5 a 6

DETERMINA
per il periodo di validità delle disposizioni ministeriali che:
1. la modalità ordinaria di svolgimento dell’attività amministrativa, come previsto art. 87 comma 1, 2
e 3, è quella del lavoro agile applicato esclusivamente al personale amministrativo e ai docenti
non idonei all’insegnamento che supportano l’attività amministrativa, sino alla data del 14 giugno
2020, salvo ulteriore proroga. La presenza del personale negli edifici scolastici sarà limitata
esclusivamente alle attività che sono indifferibili e che richiedono necessariamente la presenza sul
luogo di lavoro.
1. altro personale ( comunale, gli operatori ex pip) è collocato in congedo seguendo le disposizioni
degli Enti di appartenenza;
2. le eventuali ed eccezionali esigenze di accesso all’istituto potranno essere soddisfatte mediante la
programmazione. Tutti coloro che avranno, per qualsivoglia motivo legato ad attività indifferibile,
la necessità inderogabile di accedere all’edificio scolastico dovranno comunicarlo mediante mail
all’indirizzo istituzionale della scuola paic8ay003@istruzione.it; le urgenze potranno essere
comunicate telefonicamente al numero telefonico della scuola 091484817 o in alternativa il
3803880670, su cui sarà attivo anche l’inoltro di chiamata.
3. Il Dirigente Scolastico e il DSGA sono reperibili all’ indirizzo di posta elettronica
paic8ay003@istruzione.it
4. Le comunicazioni interne del personale amministrativo saranno garantite, oltre che dalla
condivisione di numeri di telefono personali di reperibilità, anche dalle consuete modalità di utilizzo
della piattaforma di Segreteria Digitale;
Tutto ciò premesso,

DISPONE

Che a partire dal 19 marzo e fino alla data di validità delle disposizioni ministeriali emanate e comprese
eventuali proroghe, in attuazione delle più recenti disposizioni governative questa Istituzione Scolastica
“I.C. MONTEGRAPPA-R.SANZIO” attivi la riorganizzazione della propria attività con gli strumenti della
flessibilità e del lavoro agile al fine di garantire i servizi essenziali e le attività indifferibili.
a. Gli assistenti amministrativi e i docenti non idonei all’insegnamento sono concesse ferie anno
precedente, recuperi.
b. Gli uffici di segreteria funzioneranno in modalità lavoro agile ai sensi degli artt. 18 e segg. della
legge 81/2017, dal lunedì al venerdì, sul piano di lavoro predisposto dal Dsga, sugli obiettivi in esso
contenuti per gli adempimenti previsti.
c. Ove necessario, saranno incaricati dell’apertura e della gestione dei servizi essenziali, compresi
pulizia e ripristino dei locali utilizzati, n. 2 collaboratori scolastici individuati sulla base di turnazione
stabilita dal DSGA;
d. sono esclusi da detta turnazione i collaboratori scolastici con particolari situazioni di salute. I
collaboratori scolastici che non inseriti nelle turnazioni restano comunque a disposizione della
scuola. Il personale collaboratore scolastico, la cui attività lavorativa non è oggetto di lavoro agile,
ai sensi della nota del Ministero dell’Istruzione 10 marzo 2020, n. 323, resterà a disposizione per le
necessità di apertura dei locali scolastici individuate dal DSGA e, se non impegnato nella turnazione,
sarà esentato dall’obbligo del servizio solo dopo aver fruito delle ferie pregresse. Il suddetto
periodo, in riferimento alla fattispecie della obbligazione divenuta temporaneamente impossibile di
cui all’art. 1256, comma 2, cc, è equiparato al servizio effettivo, ai fini giuridici ed economici.

I.C. “MONTEGRAPPA-R.SANZIO”

Pag. 6 a 6
e. Il DSGA gestirà la propria attività con l’autonomia operativa e le responsabilità che attengono al
suo profilo professionale. Coordinerà le attività dei servizi generali ed amministrativi e, per la parte
di competenza propria e del suo ufficio, garantirà che le scadenze indifferibili e non prorogate
vengano rispettate. E’ autorizzato a fruire del lavoro agile, garantendo la presenza fisica laddove
questa si renda necessaria. Coordinerà la sua attività con quella del DS a cui riferirà
quotidianamente. Opererà secondo il suo orario di servizio ma, laddove le circostanze lo rendano
indifferibilmente necessario, garantirà la sua presenza, da remoto o fisica, anche in altro orario.
f. Il Dirigente Scolastico, regolarmente in servizio, adotterà le consuete modalità di lavoro flessibili,
garantendo la sua costante reperibilità e la necessaria presenza fisica nei locali dell’Istituto.
Coordinerà le attività didattiche assicurando la piena funzionalità dell’istituzione scolastica a
supporto della didattica a distanza ed amministrative in svolgimento da remoto ed ove necessario
in presenza e, per la parte di competenza propria e del suo ufficio, garantirà che le scadenze
indifferibili e non prorogate vengano rispettate.
g. I plessi Montegrappa, Montegrappa Prefabbricato, Li Bassi, Medaglie d’Oro e Sanzio rimarranno
chiusi.
L’ufficio di segreteria potrà essere contattato attraverso la casella di posta elettronica
paic8ay003@istruzione.it e paic8ay003@pec.istruzione.it. In alternativa possono essere utilizzati i numeri
telefonici 091 484817 o 380 3880670 – attivi dalle ore 8.00 alle ore 13.00.
Ulteriori informazioni saranno pubblicate sul sito web della scuola http://www.montegrappa-sanzio.it/.
Con successivi ed ulteriori atti saranno implementati, ovvero modificati, i termini del presente
provvedimento, in funzione dell’evolversi dell’emergenza sanitaria da COVID-19 e dei conseguenti atti
regolativi.

logoIstituto Comprensivo Statale " Montegrappa - Sanzio"

Ufficio Relazioni con il Pubblico

Via E. Basile, 170 – 90128 Palermo Tel: 091/484817 -
Peo: paic8ay003@istruzione.it -
PEC: paic8ay003@pec.istruzione.it
Codice meccanografico: PAIC8AY003
Codice fiscale: 80026740821
Fatturazione elettronica: UFM9RD

 

© 2018 Argo Software - Portale realizzato con la piattaforma Argo Web - Template Italia configurato sul tema accessibile EduTheme V.2.0.0