“LONTANI CON IL CORPO, VICINI CON IL CUORE”

da | Mar 14, 2020 | Didattica a Distanza, Scuola Infanzia | 0 commenti

“LONTANI CON IL CORPO, VICINI CON IL CUORE”

L’emergenza coronavirus in questi giorni ci ha costretti a rimanere a casa, se da un alto rappresenta un particolare momento di “distacco sociale“, dall’altro ci offre la possibilità di passare più tempo in famiglia. I docenti di scuola dell’infanzia dell’I.C Montegrappa –Sanzio, vogliono far sentire la presenza della scuola ai bambini e alle famiglie, in questo particolare momento di difficoltà e disorientamento, promuovendo un minimo di “routine scolastica”. I docenti desiderano semplicemente dare spunti ai genitori per trascorrere del tempo con i bambini piacevolmente facendo attività facilmente realizzabili con oggetti d’uso comune (mollette da bucato, fogli, pennarelli, forbici, cartoncino, cannucce, ecc..) attività che possano divertire e sviluppare abilità specifiche, rispondendo ad un progetto formativo assimilabile ai campi d’esperienza. È chiaro che il gioco per i bambini è fondamentale perché rappresenta il modo in cui conoscono il mondo, quindi dobbiamo giocare con loro e ogni attività non deve essere fine a sé stessa, ma avere uno scopo il più possibile motivante. Per cui preparare il regalo per la festa del papà, rappresentare la natura che cambia i suoi colori, preparare un dolce con la nonna, rappresentano momenti di gioco che permettono ai bambini di scoprire emozioni, attivare i sensi, affinare la motricità fine ….

Proposte di attività:

Uno dei giochi più piacevoli e rilassanti, adatto a bambini anche molto piccoli, è sicuramente impastare paste morbide. Attraverso la manipolazione, il bambino affina la coordinazione oculo-manuale: toccare, schiacciare, appallottolare, premere, mescolare e spalmare, sono tutte attività che permettono di attivare i suoi sensi, con l’esplorazione e la percezione di sé e di cio’ che lo circonda. Se questa attività è svolta con un familiare e ha lo scopo di preparare pasti da consumare insieme o la realizzazione di oggetti e regali, diventa anche un modo di dargli una valenza affettiva molto motivante.

Cosa c’è di più bello per una bambina o un bambino di preparare la pasta con la mamma o la nonna…o un dolce?

 -con la pasta di sale e le formine per dolci della mamma si puo’ realizzare un regalo per la festa del papà.

Dopo aver impastato farina, sale fino e acqua quanto basta, i bambini con le formine realizzano degli oggetti (cuori, fiori, ecc) che vanno cotti al forno o fatti seccare, dopodichè insieme alla mamma si colorano con la tempera.

Gli elementi vanno poi attaccati su una cornice di cartone…ma anche la mamma partecipa al regalo…quindi con l’aiuto di un rossetto riproduce alcuni baci su cartoncino e dopo averli ritagliati li fa incollare al bambino sulla cornice.

Gli elementi si possono anche realizzare con cartoncino colorato

-stimolare l’autonomia facendo sviluppare la coordinazione fino-motoria soprattutto dei più piccoli organizzando una caccia al tesoro dove il tesoro sono caramelle nascoste in barattoli di plastica o scatole di diverse misure e soprattutto con diverse chiusure. Il bambino dovrà svitare, slacciare, stappare, ecc, senza aiuto e richiudere.

Gioco del riciclo sonoro :

Con una bottiglia da mezzo litro di plastica costruiamo una maracas mettendo al suo interno dei ceci, o della pastina, o dei sassolini, chiudiamola con un bastoncino dello stesso spessore, sigillato con del nastro adesivo e diamo sfogo alla fantasia incollandoci sopra pezzetti di carta di tanti colori.

Usiamo le maracas per suonare insieme seguendo il ritmo di canzoni per bambini.

Lettura ad alta voce: nell’esperienza condivisa della lettura e dell’ascolto, adulto e bambino entrano in sintonia reciproca attraverso i mondi che prendono vita tra le pagine del libro, in una comunicazione intensa e piacevole fatta di emozione, amicizia, complicità, fiducia, che rinsalda il loro legame affettivo. Vi diamo degli spunti per fare anche altre attivita’ che, insieme alla lettura, rendono questi momenti altamente educativi e formativi.

-preparate un contesto motivante: in famiglia riuniti sul divano, nel lettone, in giardino all’ombra di un albero, ecc… leggete la storia ad alta voce facendo vedere le immagini presenti sul libro e chiedendo al bambino di leggere egli stesso le immagini, individuando i personaggi e gli ambienti raffigurati.

-si possono utilizzare anche gli audiolibri dopodichè parlate insieme della storia utilizzando delle domande stimolo:

-di cosa parla questa storia?

.chi è il personaggio principale ?

-in che ambiente si svolge?

– si possono organizzare giochi di ruolo, soprattutto con i più piccoli: tu quale

Personaggio vuoi essere?   Perché? Io farò….

Altra attività creativa che la rende molto piacevole perché fatta con un familiare ma che aiuta anche il bambino ad esprimere ciò che ha compreso e rielaborarlo:

disegno a 4 mani: insieme si fanno i disegni di vari elementi della storia su diversi fogli, si colorano, si ritagliano e si realizza un’immagine comune su un foglio grande incollando gli elementi 

realizzazione di un libricino di una storia inventata insieme utilizzando un oggetto presente in casa: es. Un forchettone della cucina, una pianta della mamma, ecc…

Il testo lo scrive l’adulto le illustrazioni le realizza il bambino

teatrino con scatola di cartone e marionette anche di carta realizzati insieme e avvicendamento di adulti e bambini nel ruolo di burattinaio e spettatori.

Si potrà organizzare al rientro a  scuola un evento con mostra degli elaborati e lavoretti.

il coordinatore della scuola dell’infanzia

Anna costa

logoIstituto Comprensivo Statale " Montegrappa - Sanzio"

Ufficio Relazioni con il Pubblico

Via E. Basile, 170 – 90128 Palermo Tel: 091/484817 -
Peo: paic8ay003@istruzione.it -
PEC: paic8ay003@pec.istruzione.it
Codice meccanografico: PAIC8AY003
Codice fiscale: 80026740821
Fatturazione elettronica: UFM9RD

 

© 2018 Argo Software - Portale realizzato con la piattaforma Argo Web - Template Italia configurato sul tema accessibile EduTheme V.2.0.0